Dollaro tonico

Nonostante un forte ritorno delle vendite su tutte le Borse europee e il ritocco al rialzo del dato dei prezzi riguardanti la zona euro che tende a favorire lo stop del biglietto verde sulla nostra moneta unica il Dollaro riesce a restare tonico.

Proprio ieri la risalita degli indici azionari aveva dato a tutti l’impressione di un miglioramento dell’umore del mercato favorendo così la diminuzione delle posizioni corte sulla moneta americana e permettendo alla stessa di riuscire a realizzare un rialzo più consistente.

Dopo aver toccato un minimo di seduta a 1,1328 verso metà mattinata, il Dollaro è riuscito ad arrivare al suo picco di seduta a 1,1372, il cambio comunque si mantiene sempre sui livelli di picco a 1,1421.

La coppia Dollaro – Yen si mantiene sopra quota 110 restando distante dal minimo toccato da 17 mesi a questa parte lunedì scorso a 106,28.

Nel pomeriggio tutti i trader sposteranno la loro attenzione sulla divulgazione dei dati relativi all’inflazione americana nel mese di marzo in un mercato che è alla continua ricerca di indizi e sicurezze per capire se si verificheranno eventuali ritocchi a rialzo dei tassi interesse da parte della Federal Reserve.